RPW 2014

logo en bref logo inbreve

Il 23 ottobre 2014, il punteruolo rosso ha fatto una vittima in Italia, colpita dalla caduta di una palma da datteri infestata, in seguito al cambiamento di ospite del insetto. Sintesa di una tragedia annunciata che minacia adesso la sicurezza tra altro sulla Riviera italiana, dove sono numerosissime queste palme / Le transfert récent du charançon vers le palmier dattier pose désormais des problèmes de sécurité publique, avec un décès recensé en Italie à la suite de la chute d’un arbre infesté. Le ravageur attaque en effet le dattier en dessous du bourgeon terminal, voire à la base du stipe, et les symptomes passent le plus souvent inaperçus. Synthèse d’une tragédie annoncée qui risque de se répéter notamment sur la Côte d’Azur, où ce palmier est très répandu.

Video. Catania (Sicile 2014) Morte suite à la chute d'un palmier: est-ce seulement la faute du charançon?

 

RIVISTA STAMPA / REVUE DE PRESSE

Striscia la notizia a BordigheraVIDEO
Striscia La Notizia
Emergenza punteruolo rosso
Capitan Ventosa è tornato a occuparsi del terribile punteruolo rosso, il parassita che divora le palme, con un’intervista di Michel FERRY del'Istituto Nazionale Ricerca Agronomica (INRA-Francia) sul progetto di eradicazione proposto a costo zero al Commune di Bordighera, con iniezione della sostanza REVIVE.
*Link verso la video: https://www.facebook.com/
*Link verso l’autorisazione ufficiale (AMM) in Francia del  REVIVE (prodotto da SYNGENTA AGRO SAS). L'autorisazione del REVIVE risale a Gennaio 2014. E valida anche per l'Italia, che no ha datto fin ad oggi il via libero al suo impiego:  http://www.anses.fr/
 
logo inbreve
Non vogliamo piu abbattere, non vogliamo piu aspettare
Davanti alla passivita del Commune e del Servizio fitosanitario Régionale, le associazione locale si moblizzano per ottenere il rispetto del Decretto di Lotta Obligatoria. Sono 600 le palme che sarano abatutte quest'anno, lo che vuole dire un millione di euro per i Bordigotti.
*Non ce piu tempo (petizione)
I giardini, le istituzioni culturali e le associazioni di Bordighera chiedono all’Italia l’applicazione strategica di tutte le tecniche autorizzate a livello europeo in materia di lotta ed eradicazione del punteruolo rosso
Link verso il testo della petizione
Sottoscrivono
Per i Giardini, i Musei e le Istituzioni culturali: Giardino sperimentale Phoenix, Parco Magauda, Villa della Regina, Parco Angst, Giardino di Irene Brin, Museo Biblioteca Clarence Bicknell, Fondazione villa Pompeo Mariani, Amici dei giardini Hanbury, Accademia Balbo.
Per le associazioni socio culturali, associazioni di categoria e gli enti di volontariato: Cumpagnia da Parmura, Bordigheraltra, PerBordigheraInComune , FederAlberghi, ConfCommercio, ConfEsercenti, Club Nautico, La Compagnia del Libro, Borgo Marina, QuiPresenti, Confagricoltura CIA, Descurundu, Amitié sans Frontières , Borann 2000, Croce Rossa.
*Saremo ancora la città delle palme?
Messaggio pubblicato il 31 maggio, nel numero 15 di La Settimana, la Rivista web di Bordighera’Altra. Link : http://bordigheraltra.it/
«Il punteruolo rosso si è svegliato con i primi caldi ed incomincia a trapanare le nostre palme, nel mentre da parte nostra si fa poco o nulla per contrastarne l’opera malefica. Per tutto l’inverno si è parlato, anche all’interno di alcuni convegni apparentemente qualificati, ma in concreto non si è fatto e non si fa nulla. In contesti normali si sarebbero decretati gli stati generali delle palme. Si sarebbero consultati esperti da tutte le parti del mondo, magari mettendoli a confronto con le loro diverse teorie; si sarebbe anche cercato di ottenere debiti finanziamenti in Regione ed in Europa, per approntare una strenua battaglia contro l’infezione, invece siamo ancora qui a menarcela senza sapere che pesci pigliare. Dal Comune nulla traspare: si parla del baretto da piazzare al porto, del restyling del centro cittadino e di un fantomatico percorso che legherà le ville dell’arte che fra poco  risulteranno immerse tutte quante in mezzo a tronconi di palme morte. Urge fare qualcosa per stimolare l’Amministrazione a dichiarare la terza guerra mondiale al coleottero invasore. Se si aspetta ancora un po’ non potremo fregiarci oltre quale città delle palme; cosa che qualcuno ha già ipotizzato prevedendo una Bordighera con un cambio al verde che diventerà alfine (sic!) “città delle rove-relle”.»
*Audit del Piano Regionale (Liguria) di Lotta Obligatoria (versione 2013)
Alla lettura di questo documento, e evidente che le preconizzazione di Lotta Obligatoria non sono applicate. Qui sottto il link verso il seguente Bollettino ufficiale della Regione Liguria, n.51 del 18 dicembre 2013, il cuale dichiara che in detti territori Bordighera e Sanremo la diffusione del punteruolo rosso è tale che non si ritiene più possibile la sua eliminazione: http://www.regione.liguria.it/
Punteruolo Rosso: convocati in audizione in Commissione al Senato i sindaci di Bordighera e Sanremo. Link: http://www.bordighera.net/
Bordighera: l'interpellanza di De Vincenzi al Sindaco su potatura palme in stagione sbagliata. Link: http://www.bordighera.net/
 
GALLERY: PALME INFESTATE DAL PUNTERUOLO ROSSO E LASCIATE SENZ'INTERVENTO (invierno 2013-2014): http://www.bordighera.net/
Si tratta da diecini di palme sia private che pubbliche, tra cuale la caduta di una chioma tra giocchi per bambini nel Parco Winter, o ancora una discarica di palme infestate nel Monte Nero, sempre nel palmeto storico. A questo stadio d'infestazione, la palma rilascia centinaia di punteruoli nel ambiente. Il rittardo nel'intervento, rende d'altra parte impossibile il risanamento della palma con dendrochirurgia.

IL PROGETTO

Bordighera RPW infestazioneProgetto di sperimentazione di una strategia per l’eradicazione del punteruolo rosso delle palme (PRP)  a Bordighera, basato sul trattamento totale delle palme per micro-iniezione a base di emamectina benzoato, sotto forma di concentrato emulsionabile.

 
Michel Ferry
Susi Gomez
Institut National de la Recherche Agronomique (France)
Estación Phoenix Elche (Spain)
 
Se le misure di lotta adottate per contrastare lo sviluppo del  PRP non sono oggetto di un cambiamento rapido e radicale, come quello che proponiamo nella cornice di questo progetto, assisteremo a Bordighera ad una terribile accelerazione della moria delle palme. Entro un breve periodo, calcolato in tre o quattro anni, la maggioranza delle palme- patrimonio sarà sparita!
Al di là della questione dell'efficacia e/o del costo, il problema principale è che la proposta tecnica, qualunque sia il suo valore, è insufficiente se è messa in atto soltanto da una parte dei proprietari di palme convinti dall’azienda X dell'efficacia del suo trattamento. Questa proposta tecnica deve essere realizzata nell’ambito di un piano e di un'organizzazione della lotta accuratamente concepita e applicata. Non è né realista né conforme alla regolamentazione lasciare all'offerta commerciale l'organizzazione della lotta contro una specie nociva da quarantena. La lotta contro una specie nociva da quarantena è basata su una regolamentazione i cui principi, in generale, devono essere applicati in modo collettivo e coordinato. L'organizzazione di questa lotta non può che essere assunta dagli organismi pubblici indipendenti. È proprio il caso del PRP. 
Per queste diverse ragioni che la Estación Phoenix propone la sperimentazione su una vasta area di territorio di una strategia di lotta modificata che, grazie ad una tecnica provata. La strategia si basa su un trattamento all'anno per  iniezione, per la durata di uno o due anni, di tutte le palme dell'area sperimentale (sono escluse le palme con le foglie afflosciate e secche). Questo progetto dimostrativo dovrebbe condurre all'adozione di questa strategia nei territori limitrofi in un termine temporale breve. A fine di dare maggior efficacia alla lotta sopra descritta, si potrà ripetere il trattamento dopo un anno.
Il principio attivo da iniettare è l'emamectina (EMA) alla concentrazione del 4% ed in formulazione di concentrato emulsionabile. EMA appartiene alla famiglia delle avermectine, gruppo di composti prodotti a partire da un brodo di fermentazione del batterio del suolo Streptomyces avermitilis. A causa della loro origine biologica, gli insetticidi di questo gruppo sono a volte classificati come prodotti organici.   
EMA, in formulazione di un polvere bagnabile, è autorizzato in Francia da alcuni anni per irrorazione contro differenti specie nocive di parecchi alberi da frutto: l'albicocco, il pesco, il pero, il cotogno, il nashi, il melo, la vite e anche di diversi ortaggi: il carciofo, il fagiolo, la lattuga, la scarola, la riccia.
EMA è autorizzato anche in Italia dal 2010 contro diversi parassiti di numerose specie coltivate: pesco, nettarine, albicocco, melograno, pero, arancio, mandarino, clementina, limone, pomodoro, peperone, melanzana, fragola, cucurbitacee, vite da vino e da tavola; orticole come carciofo, fagioli, broccoli, cavolfiore, lattuga, scarola ed anche fiori ornamentali.
EMA, utilizzato con trattamento endoterapico, è autorizzata in Portogallo (Pursue) contro il nematode del pino, negli USA (Tree-äge) contro una grande varietà di specie nocive (compreso un parassita delle palme), in Svizzera (Revive) contro il cinipide del castagno.
Con la stessa formulazione è stato provata dalla Estación Phoenix INRA per la sua efficacia e la sua persistenza di azione contro il PRP. Fu anche messa in evidenza l’assenza di qualche tipo di fitotoxicita del’EMA per la palma.
Un’autorizzazione all’immissione in commercio di questa formulazione di EMA è stata depositata l'anno scorso in Francia e in Spagna da Syngenta (la ditta produttrice di questo prodotto) contro diversi parassiti compreso il punteruolo rosso delle palme.
Da qualche mesi, la formulazione e autorizata in questi due paesi. Nel stesso tempo, questa tecnica di iniezione e stata praticata con una sostanza similare a Tunis, su 15 000 palme.
 
BIOGRAPHY
Michel Ferry est un ingénieur de l’Inra. Il a passé les 15 premières années de sa carrière scientifique d’agronome en Afrique de l’Est et au Moyen-Orient, où il a développé des programmes de développement et formé la jeune génération de chercheurs africains. Après un passage à Hyères les Palmiers, où il gère la collection de cultivars de palmiers dattiers de l’île de Porquerolles, il est mis à la disposition de la Ville d’Elche (en Espagne) pour créer et diriger la station de recherche Phoenix sur le dattier et l’agriculture d’oasis. Il va impulser le classement de la palmeraie de Elche par l’UNESCO comme Patrimoine de l’Humanité, et dans le même temps sa reconversion en direction de production de dattes de grande qualité (du type medjoul). Il s’est par ailleurs consacré à  la même époque à la lutte contre le ravageur, un domaine dans lequel il est désormais un des principaux experts, notamment auprès de la FAO, l’organisation des Nations Unies, ainsi que de la Commission Européenne.

 

SUL WEB

RPW conferenza Bordighera 2014 INVITO

*Bordighera: mercoledì all'Anglicana conferenza su lotta al Punteruolo Rosso
*Sarà la città delle palme : Incontro pubblico alla Chiesa Anglicana di Bordighera su nuovi metodi e strategie per l'eradicazione del punteruolo rosso. Sperimentazioni in rete dal bacino mediterraneo. Proposte per Bordighera e territorio limitrofo.
*Bordighera les palmiers. Mercoledì 7 maggio alle ore 17.30 all’Anglicana ci sarà l’anteprima di un convegno sulle palme e sul punteruolo rosso che l’indomani si terrà a Nizza in un contesto internazionale di studio
* Mercoledì incontro pubblico alla chiesa anglicana di Bordighera su nuovi metodi e strategie per l'eradicazione del punteruolo rosso
*Bordighera: oggi all'Anglicana conferenza sulla lotta al Punteruolo Rosso
*Bordighera: all'Anglicana ''Striscia la Notizia'' con Capitan Ventosa
*Bordighera: interessante conferenza all'Anglicana sulla lotta al Punteruolo Rosso

 

LOTTA BIOLOGICA

VIDEO Lancia telescopica irroratrice in alluminio dai 2,80 m fino a 9,70 metri, utile per la lotta al punteruolo rosso. Permette di irrorare l'apice della palma e la chioma all'interno senza necessità di salire con scale o cestello in cimae, permettendo così risparmio di tempo e costi con ottima efficacia. Si può dotare di microgetto e di tubo telato per trattamenti fin'a 15 bar e di raccordi completi per l'aggancio a pompe. Peso: 5 kg. Prezo: 177 euro. Link commerciale verso la Ditta EBC : http://www.ebcprofessional.com/
 
La lotta biologica consiste attualmente nel’impiego di vermi microscopici (Steinernema carpocapsae), chiamati nematodi. Questi organismi naturali che attacano il punteruolo rosso, sono in vendita per tutti in Francia dal 2009. Non e il caso in Italia, dove la strategia del'abattimento e della lotta chimica e stata privileggiata fin ad oggi, senza grande successo peraltro.
 
NEMATODI
E necessario, primo e dopo la loro applicazione, di anafiare un po la palma nel scopo di avere un grado sufficiente di umidita. I nematodi sono d’altra parte molto sensibile al caldo, ed e dunque meglio di procedere al tratamento alla sera. D'estate, e consigliato di anafiare regolarmente la chioma della palma nelle settimane successivi. La dosa a impiegare per una palma e di 10 a 25 millioni di vermi, in dilluzione con 10 litri d’acqua. La pulverisazzione concerna la parte superiore della palma, da un metro sotto il fogliame con insistenza su quest’ultimo. I nematodi devono essere conservati al freddo (tra 4 e 12 gradi) fin al momento della polverisazione. E necessario per altro di mescolare sempre la dilluzione, in modo che i verni si diffusano bene nel acqua. Il trattamento deve essere applicato almenno una volta al meso, da marzo a novembre.
 
Sul web
Inizio del trattamento con Nematodi in Italia (2008)

 

Sapperne di piu : I prodotti disponibile sul web in Francia
*NémaPalmier (BIOTOP)
*Palmanem (KOPPERT)
*Palma-Life (BIOBEST)

 

 

LOTTA CHIMICA

UN PRODOTTO ITALIANO IMPIEGATO… IN TUNISIA
Logo Actara
INRA-FAO
Da Tunis (Tunisia) campagna massiva di eradicazione del punteruolo rosso
La Tunisia ha deciso di impiegare un prodotto italiano (largamente usato in Italia tra altro sui i frutti), l'Actara, per una campagna di lotta di tipo endoterapia, che ha concernato tutte le palme della citta (piu di 15000). 30 operatori hanno trattato le palme in solo 2 mesi. Il protocolo, elaborato da un Istituto pubblico francese (INRA), consiste a praticare 4 bucchi nel stipito, ad altezza del operatore (25 a 30 centimetri di profundezza con un angolo di 45 gradi versi il basso). Delli imbutti (confezionate dagli artigianati locali) sono introdutti nei bucchi (fin a 10 centimetri di profundezza). 2,5 grammi d'Actara (mescolati a 10 centilitri d'acqua) sono versati al interno di cada imbutto. Il prodotto si diffusa in qualche giorni in tutta la palme, senza danni per l'albero neanche per l'ambiente. L'operazione deve essere rinovata 6 mesi dopo. Il costo e molto basso (qualche euro per palma). Paradossalmente, si questa tecnica di iniezione e questo prodotto sono tutti i 2 autorizzate in Italia, il loro impiego non e permesso concernando le palme… del fatto che nessuno Istituto di Ricerca ne ha fatto la domanda.
 
ATTUALITA DELLA LOTTA OBBLIGATORIA IN ITALIA
 
June 2014 (6)
Da Salerno (Italy) parte la guerra al punteruolo rosso
Dopo la Citta di Tunis, il Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, con ordinanza N.1/2014, ha disposto l’esecuzione massiva di trattamenti fitosanitari sulle alberature e sui palmizi cittadini, allo scopo di debellare il parassita denominato Rhinchophorus ferrugineus (punteruolo rosso). I trattamenti da effettuare sono a base di prodotti classificati comes tossici di classe III, sia Clorpirifos metile, Azadiractina A+B e Cformulantiq.b.
 
May 2014 (16)
Da Oristano (Italy) prosegue la campagna di trattamenti fitosanitari finalizzata al contenimento della diffusione del punteruolo rosso delle palme
Anche in Sardegna, sono adesso utilizzati prodotti autorizzati dal Ministero della Salute per la lotta al punteruolo delle palme in aree urbane, secondo i protocolli di intervento di cui al Piano d’Azione Regionale per contrastare l’introduzione e la diffusione del Punteruolo rosso della palma in Sardegna. I trattamenti verranno eseguiti da personale specializzato irrorando a bassa pressione la chioma delle palme così da evitare la dispersione del prodotto nell’ambiente.
Sapperne di piu: http://notizie.alguer.it/

 
 

WEB SURWEY
 
Logo SNPSauvons nos palmiers
Info in francese
Link: http://www.sauvonsnospalmiers.fr/
 
logo NanoPress
Nanopress Ambiente
Info in italiano
Link: http://www.nanopress.it/
 
Logo-PhoenixMinaccie
Articoli scientifici in free acess
 
Print Friendly
Questa voce è stata pubblicata in Non classé e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.